UNA SCELTA ECOLOGICA, SICURA E CONVENIENTE
Con il prezzo del petrolio sempre più in alto e alcuni incentivi statali e provinciali, sono in molti a scegliere di passare ad un impianto GPL.
A questi interessi personali, si aggiunge sicuramente un interesse sociale per un ambiente più pulito ed un'aria più respirabile.
Ma cerchiamo di rispondere brevemente ad alcune semplici domande utili a chiarire le idee a chi sta pensando di fare questo passo.

 


GPL RISPARMIO E CONVENIENZA
Installare un impianto a gas gpl sulla propria auto abbatte notevolmente i costi di carburante (benzina o diesel) con un risparmio che può arrivare anche al 50-60% con gli stessi chilometri percorsi.



AMMORTAMENTO DELL’IMPIANTO
L'impianto a GPL non è soggetto ad usura come invece avviene per i normali motori a benzina o gasolio, quindi l'unica spesa è costituita dall'installazione iniziale (e la sostituzione del serbatoio dopo 10 anni dal collaudo).
Facendo un rapido calcolo e considerando il costo di un impianto fra i 1000 e i 1600 € (in funzione del tipo di vettura e del serbatoio scelto), a questi vanno detratti (se presenti e solo per gli aventi diritto) gli eco-incentivi per la trasformazione a GPL delle autovetture o per l'acquisto di vetture nuove di serie a gpl.
Si può quindi affermare con un buon margine di precisione che dopo circa 20/25000 Km l'impianto è completamente ripagato e da quel momento in poi inizia il risparmio quotidiano.



SICUREZZA E PRESTAZIONI
Negli impianti GPL un po' più vecchi si verificava una leggera perdita di potenza di circa il 5% rispetto al funzionamento a benzina, ma ormai gli impianti di ultima generazione danno degli standard di prestazioni e affidabilità sostanzialmente identici all'alimentazione a benzina, infatti ripresa, accelerazione e velocità di punta, sono praticamente restano praticamente invariati passando al GPL.
I consumi di carburante sono leggermente superiori nell'impianto GPL, in quanto il potenziale calorico è inferiore rispetto alla benzina. Questo leggero aumento dei consumi (circa il 5%) è comunque ampiamente compensato dai minori costi del carburante alla pompa.

Per anni si è pensato che un'auto alimentata a GPL fosse più pericolosa e insicura rispetto alle auto alimentate a benzina. Questo non è più vero in quanto gli standard di sicurezza e le procedure da rispettare, sono tali e tante che addirittura si può pensare che sia più sicura un'auto alimentata a GPL.
Infatti ogni componente utilizzato (serbatoio, tubazioni) sono decisamente più sicuri in un impianto gpl.
Basti pensare che i normali serbatoi della benzina sono in materiali plastici e i tubi in plastica o gomma, invece il serbatoio GPL è in acciaio (di uno spessore decisamente superiore a quello necessario alla pressione sopportata) e i tubi in materiali metallici.
Anche i test vengono effettuati per resistere a tutte le situazioni più pericolose: tamponamento, incendio, calore, ecc.
Addirittura il livello di sicurezza ottenuto con gli impianti a GPL di ultima generazione è talmente elevato che in alcuni Paesi le compagnie di assicurazione prevedono degli sconti per le auto con alimentazione a GPL.

I veicoli conformi al Regolamento ECE/ONU 67/01, possono parcheggiare al 1° piano interrato delle autorimesse. Di fatto, chi ha trasformato a GPL o acquistato il proprio mezzo a partire dal 1° gennaio 2001, ha montato obbligatoriamente un impianto di questo tipo.
I veicoli a GPL che montano impianti non dotati di sistema di sicurezza conformi al regolamento ECE/ONU 67/01, saranno ancora soggetti alle restrizioni previste da Decreto 1 Febbraio 1986 "Norme di Sicurezza per la costruzione e l'esercizio delle autorimesse e simili", che consente ai possessori di veicoli a GPL di parcheggiare "soltanto nei piani fuori terra, non comunicanti con piani interrati".


INCENTIVI ECONOMICI PER I RESIDENTI IN LIGURIA
A partire dal 29 aprile 2008, è concessa un’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale per cinque annualità, decorrenti dal periodo di imposta successivo a quello durante il quale avviene il collaudo dell'installazione del sistema di alimentazione a gpl o metano (collaudo comunque successivo al 29 aprile 2008), per i veicoli conformi alla direttiva 94/12/CE (Direttive Euro 2 e seguenti) e appartenenti alle categorie internazionali M1 e N1.

 

 

p.iva: 01583590094 - privacy policy